Programma festività Natalizie


feste2

 

La scuola calcio resterà aperta nei normali giorni di allenamento,
eccetto i “rossi” da calendario (25 dicembre e 1 gennaio).
Quindi i prossimi allenamenti saranno il 23 ed il 30 dicembre.

Ecco i prossimi impegni ufficiali:

OPES

CAMPIONATO  PRIMI CALCI 2007/2008 

Prossima gara nel 2016
ASD REAL SITO – REY FUTSAL  

CAMPIONATO PULCINI 2005/2006

Prossima gara nel 2016
JUPITER CITY – ASD REAL SITO

CAMPIONATO ESORDIENTI 2003/2004

Prossima gara nel 2016
CALES SPORTING CLUB- ASD REAL SITO

BABY 2009/2010

Prossima gara nel 2016 ancora da definire


COPPA ASI

Finali di Coppa Asi il 3 gennaio
Primi Calci, Pulcini ed Esordienti


CAMPIONATO ASI

CAMPIONATO  PRIMI CALCI 2007/2008 

Prossima gara nel 2016
ASD REAL SITO – CLUB PARETE  

CAMPIONATO PULCINI 2005/2006

Prossima gara nel 2016
ASD REAL SITO – CALES SPORTING CLUB

CAMPIONATO ESORDIENTI 2003/2004

Prossima gara nel 2016
ASD REAL SITO – CALES SPORTING CLUB

BABY 2009/2010

Prossima gara nel 2016 ancora da definire


CAMPIONATO OPES GRUPPO CALCIOTTO

Prossima gara 27 dicembre ore 9.15
REAL SITO – CAMORANI


COPPA NAVIDAD GRUPPO CALCIOTTO

Torneo 27 dicembre
CATEGORIA 2007/2008

Torneo 28 dicembre
CATEGORIA 2005/2006


CAMPIONATO FIGC ALLIEVI

Prossima gara 8-01-2016 ore 15.00
CUS CASERTA – FOLGORE SAN VINCENZO


CAMPIONATO FIGC GIOVANISSIMI

            Prossima gara nel 2016
MARCIANISE FUTSAL ACADEMY – ASD REAL SITO

 

BLS-D & Real Sito

Non solo campo e non solo pallone.
Il mister ed il presidente hanno partecipato ad un corso ben più importante:

BLS-D
Basic Life Support Defibrillation

[su_spoiler title=”Introduzione corso” style=”fancy” icon=”arrow-circle-1″]L’arresto cardiaco è un evento drammatico, spesso inatteso che, se non trattato prontamente, diviene irreversibile, trasformandosi in morte cardiaca improvvisa. Nella grande maggioranza dei casi l’arresto cardiaco non è prevedibile o è la prima manifestazione di una cardiopatia misconosciuta. La prevenzione, ovvero la riduzione dei fattori di rischio (ipertensione arteriosa, iper-colesterolemia, fumo di sigaretta, stress, vita sedentaria, ecc.) è sicuramente la strategia migliore per cercare di prevenire tale situazione critica. Nel caso dell’arresto cardiaco extraospedaliero, in termini di sopravvivenza, i risultati sono ancora deludenti; in questo contesto è fondamentale la diffusione fra la popolazione della cultura dell’emergenza cardiologica nonché la realizzazione di progetti per attuare rapidamente le manovre di rianimazione cardiopolmonare e defibrillazione cardiaca precoce. Come dimostrato da numerose evidenze scientifiche, la defibrillazione precoce, eseguita cioè rapidamente nello stesso luogo dove è avvenuto l’incidente, è l’unica strategia oggi attuabile per salvare un considerevole numero di vite. Solo successivamente, dopo l’avvenuto trattamento sul posto della vittima, si provvederà al suo trasporto in ospedale per le successive cure ed indagini. Una capillare ed efficiente rete di defibrillatori sul territorio quindi, avrà successo solo se sarà disponibile un adeguato e preparato numero di cittadini-soccorritori che, in aggiunta agli organismi preposti (118), devono diventare una preziosa risorsa nella lotta all’arresto cardiaco. Altrettanto importante dovrebbe essere il ruolo della Scuola con programmi educativi riguardanti la riduzione dei fattori di rischio cardiovascolare (stile di vita sano) e le basi del primo soccorso sanitario. Le recenti Leggi e Regolamenti in materia hanno definito i criteri e le priorità per la strategica diffusione dei defibrillatori su tutto il territorio nazionale nonché le modalità di addestramento all’uso.[/su_spoiler]

Dopo un breve esame, hanno conseguito il diploma
che ne certifica la capacità a praticare manovre
di primo soccorso e ad utilizzare il defibrillatore

[Best_Wordpress_Gallery id=”9″ gal_title=”BLS-D”]

TG-RealSito

​Finalmente ce l’abbiamo fatta…
In allegato troverete il nostro primo telegiornale.
Dura circa 5 minuti e, dopo aver presentato il nostro nuovo sito, ne spieghiamo l’utilizzo.
Illustriamo la  family card, il calendario le gare e tanto altro ancora.
Vi chiedo di perdere 5 minuti del vostro tempo per farci sapere cosa ne pensate.
I prossimi telegiornali, se l’idea è gradita, saranno più brevi e interamente dedicati ad illustrare il programma della settimana, le iniziative, la classifica e magari pian piano inseriremo qualche video e qualche altra novità…..ma nel frattempo, avrete imparato a navigare nel nostro sito!!!
Stiamo anche lavorando ad una sigla nella quale far scorrere i loghi con le vostre attività…
Facciamo tutto questo solo per passione e la passione va nutrita….fatelo con la vostra attenzione.
Dietro un video di 5 minuti, ci sono tante ore di lavoro!!!!

GRAZIE A TUTTI

Il primo Tg sul nostro canale Youtube

Il primo Tg sulla pagina Facebook

IL CUS CASERTA NON NE SBAGLIA UNA. È PRIMO POSTO PER I CASERTANI.

È andato in scena al centro sportivo universitario di Viale Ellittico il match tra CUS Caserta e Mutria Sport, uno scontro tra due ottime squadre, che ha visto imporsi i casertani per 6-4, dopo un botta e risposta continuo tra le due compagini.

IL MATCH.
Il CUS arriva alla gara orfano di calcettisti importanti, Imparato e Casapulla in primis. Gli si presenta davanti un Mutria agguerrito, voglioso di punti.
Al via sono gli ospiti a passare in vantaggio con il numero 10 Marino, autore di un’ottima prestazione, macchiata però, nel secondo tempo, da un’espulsione ingenua. Il campo bagnato non favorisce un bel gioco, nonostante ciò le due compagini lottano su ogni pallone. Al ’10 il CUS Caserta trova il pareggio con il capitano Vincenzo Potenza, artefice di un diagonale che non lascia scampo al portiere. Il Mutria reagisce, ma il CUS punisce. Al ’14 De Maria recupera palla, salta un avversario e serve Potenza, che con freddezza salta l’estremo difensore avversario e sigla il vantaggio.
Il CUS attacca e spreca molto, fino a quando gli ospiti non trovano il gol del pareggio con una rocambolesca imbucata del numero 5 sannita che tradisce Brancaccio.
Botta e risposta continuo fino al termine della prima frazione; nel finale di tempo ci prova un ottimo Sinno ma, sfortunato, non trova la rete.
Il secondo tempo inizia nel migliore dei modi per il CUS; Edoardo De Maria riceve palla da calcio d’angolo e fa partire un imprendibile diagonale che permette al CUS di passare in vantaggio. Passano pochi minuti ed è ancora De Maria ad andare a segno. Il 21 casertano recupera palla a centrocampo, salta un avversario e batte il portiere sannita con un tiro sotto la traversa. Il CUS sembra gestire bene la gara, ma gli ospiti non demordono; accorciano prima con il 4-3 e poi pareggiano, siglando il 4-4. È black-out per i casertani. La svolta però arriva al minuto ’20. Potenza taglia in diagonale, De Maria la imbuca con un notevole lancio ed il numero 9 casertano sigla la propria tripletta personale ingannando il numero 1 avversario con un colpo di testa ad incrociare.
Il Mutria reagisce ma un battagliero Sinno recupera più volte sugli avversari, sventando il gol del pareggio. Al minuto 25, Marino, precedentemente ammonito per un fallo di gioco, non da la distanza al numero 8 del CUS, Vassura, che batte la rimessa laterale sul numero 10 del Mutria. Doppio giallo e superiorità CUS. I Casertani la gestiscono male, rischiando addirittura di prendere gol, ma un ottimo Brancaccio sventa i pericoli con delle notevoli parate. L’arbitro chiama 3 minuti di recupero. Il CUS sa soffrire. Ad un minuto dal termine, il centrale sannita punta Potenza che intercetta palla e supera un avversario, creando superiorità; triangolazione vincente dunque, tra un intelligente De Maria ed il capitano casertano, che serve Vassura a porta sguarnita. Quest’ultimo premia la propria ottima prestazione con una rete. 6-4. Triplice fischio e gioia in casa CUS. I ragazzi di Mister D’Aniello vincono e convincono, portandosi in testa al girone B.

La nostra storia

Immagine2

“Il luogo ideale dover poter coltivare con tranquillità, lontano da pressioni ed illusioni i SOGNI dei piccoli e la PASSIONE dei ragazzi. Un ambiente familiare in continua CRESCITA, dove divertimento e competenza vanno di pari passo.”

L’ A.S.D. “Real Sito San Leucio” nasce dall’idea di Guido Ventimiglia ed Antonio Pontillo, già allenatori rispettivamente di Cus Caserta e Futsal Casagiove, di creare alle spalle della prima squadra un vivaio di giocatori che permettesse, negli anni, un ricambio ai giocatori che smettevano di giocare. Dopo il primo anno Antonio Pontillo decide di dedicarsi solo ai più grandi e lascia a Guido l’onore e l’onere di crescere i piccolini. Si gioca allo “Sporting Club Ercole” e le difficoltà dovute alle condizioni climatiche ed all’inesperienza fanno si che il primo anno sia di semplice rodaggio con un numero di iscritti addirittura inferiore alla decina. Già dal secondo anno, spostatasi a Tuoro, la scuola calcio comincia a crescere: aumentano i bambini e con essi arrivano i primi trionfi. Negli anni sono svariati i tornei ed i campionati vinti, ma la cosa più importante è che le varie categorie crescono sempre di più. L’esigenza di consentire ai bambini di migliorare sempre di più e di avere una “prima squadra” nella quale finire una volta diventati grandi, fa si che nel 2005/2006, il Real sito crei una sorta di gemellaggio sportivo con il CUS Caserta, squadra allenata dal presidente del Real Sito Guido Ventimiglia. Nel frattempo la scuola calcio cresce e con essa la competenza degli istruttori. Si moltiplicano le iniziative, si entra nel circuito CONI, cominciano i tornei anche fuori regione e intanto qualche ragazzino più talentuoso comincia la propria trafila anche nelle squadre più importanti del Cus Caserta. La squadra che vince il campionato di serie D di calcio a 5, inanellando una incredibile serie di 26 vittorie consecutive, è per 8/12 composta da ex “realsitini”. Molti di loro cominciano addirittura a farsi le ossa nelle varie rappresentative regionali di categoria. Gli iscritti ovviamente aumentano, ci si sposta prima a Casolla e poi alle Saudine per cercare sempre maggiori spazi che permettano allenamenti più approfonditi. Del grande talento che trabocca dalla “cantera” ne approfitta il Cus Caserta che nel frattempo supera anche la C2 ed arriva al massimo campionato regionale di C1, abbinando ai successi in regione ben 6 podi in altrettanti anni ai CAMPIONATI ITALIANI UNIVERSITARI. La strada che percorriamo per arrivare ai giorni nostri è ricca di trionfi (circa 30), due scudetti e tante iniziative, dall’album di figurine alla family card. Dopo attente riflessioni da parte dello staff, figlie anche delle opportunità che nel frattempo capitano al presidente Guido Ventimiglia (leggasi collaborazione con Pisa, Trapani e Sampdoria), si decide nel 2015/2016 di allargare i propri orizzonti e dedicarsi anche al calcio. Troppo talento, soprattutto tra i piccolissimi, per rinunciare a priori alla possibilità di regalare un sogno a qualche piccolo fenomeno!

[Best_Wordpress_Gallery id=”8″ gal_title=”Storia”]